Home Sommario Mappa del sito Commenti
  

Ice Planet
Su Classic Space Futuron Blacktron M-Tron Blacktron II Unitron Insectoid Life On Mars Ice Planet Minifig Spazio Varie

 

1704
1711, 1731, 3014
6814
6834
6879
6898
6973
6983

La serie Ice Planet 2002 (della quale per il momento ho solo due set) rappresenta una sorta di affiliazione spaziale di un gruppo di scienziati civili; in qualche modo, è simile alla serie M-Tron ed è guidata dal Comandante Cold.

Comandante Cold

 

 

Questo gruppo di scienziati conduceva una ricerca top secret nel campo della scienza missilistica, e ciò li rendeva un obiettivo strategico per Spyrius, Blacktron II, e anche per le forze ribelli all'interno di Space Police II.

La particolare ostilità del pianeta dove il gruppo era dislocato, Krysto (completamente ghiacciato) faceva sì che la maggior parte dei veicoli a disposizione fosse costituita da veicoli di terra.

La colorazione è differente da quelle viste fino ad ora: dominano infatti il bianco, il blu, il nero e l'arancione trasparente neon (trans neon orange). Di quest'ultimo colore sono tutte le vetrate, gli sci, i radar, molti utensili e le coperture delle cabine dei veicoli, nonché, i fari e le varie segnalazioni luminose.

Il simbolo della serie e i logo della divisa sono nuovi.

I set più grandi e belli (6814 Ice Tunnelator, 6834 Celestial Sled, 6879 Blizzard Baron, 6898 Ice Sat V, 6973 Deep Freeze Defender, 6983 Ice Station Odyssey) sono stati rilasciati nel 1993. Nel 1994, invece, sono usciti solamente due set più piccoli (1704 senza nome e solo in USA, 1711 e 1731 Ice planet Scooter), uno dei quali, non era nuovo bensì una riedizione di una serie precedente. Nel 1998 il set 1711 venne rifatto solo solo in Giappone con codice 3014 e venduto insieme ai dolci Kabaya.


Home ] Su ] Classic Space ] Futuron ] Blacktron ] M-Tron ] Blacktron II ] Unitron ] Insectoid ] Life On Mars ] [ Ice Planet ] Minifig Spazio ] Varie ]

Inviare a c.ruggeri@malpensa.it un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web. Copyright © 2005 Cristiano Ruggeri